Passatore Bike Day – Marina Romoli Onlus

//Passatore Bike Day – Marina Romoli Onlus

Grande divertimento domenica scorsa a Cotignola per la crono-squadre organizzata da Alan Marangoni e dai ragazzi del Passatore Bike Day. Una splendida rassegna ciclo-culinaria con tanti “volti noti” al via grazie alla formula sempre vincente “6 amatori + 1 professionista”.

Noi – che per l’occasione vestivamo i colori della mia squadra IADERLIFE ffc (Fondazione fibrosi cistica) – ci siamo difesi alla grande, grazie soprattutto al decisivo contributo di Marco Frapporti che, va detto, ha fatto quasi tutto da solo viaggiando costantemente sui 50 km/h e portandoci così fino allo striscione del traguardo.

Ad attenderci all’arrivo c’era il sorriso di Marina Romoli, concentrato di dolcezza e tenacia, sempre impegnata nella raccolta fondi per la sua splendida onlus. Presente anche il Fun Club Alan Marangoni che, domenica – come durante le tappe dei grandi giri – ha condito la giornata con i sapori del buon cibo romagnolo, giustamente nel post gara qualche Jolly è sempre concesso.

Ho incontrato tanti amici, avversari per un giorno, tutti accomunati dal sorriso di chi sa che sta pedalando per una nobile causa. Tra questi ho rivisto volentieri il mio compagno di Compagnia Atleti Michele Scarponi, ma anche tanti altri.

E’ stata una domenica bellissima perché ho avuto il piacere di tornare a pedalare gomito a gomito con amici storici, con i quali ho trascorso l’infanzia sui pedali (cito Mattia Baldassarri, Cristian Graziani, Marco Dapporto, Matteo Alvisi e Matteo Marzotto che non pedalava con me nell’infanzia ma che oggi lo fa sempre).
La formula poi, molto spettacolare, mi piace pensarla come una metafora della vita: ci si alterna in veloci cambi e ci si “copre” nei momenti di difficoltà. Quando uno è in debito di energie, ecco il compagno che pedala per lui.

Devo dire che ci siamo proprio divertiti e, dopo il traguardo, la fatica è stata ampiamente compensata dalle finalità di questa corsa. Lo ammetto, dopo tanti anni di ciclismo, comincio ad essere attratto anche da altre discipline sportive, ma pedalare con gli amici per una nobile causa è, ancora oggi, la cosa più bella che riesco ad immaginare.

By |2016-10-27T19:24:28+00:00Ottobre 19th, 2015|Tags: |
Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari al suo funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy e cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la privacy e cookie policy. Cliccando sul pulsante OK, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Ok, prosegui!